Benvenuto in Winestorming

SPEDIZIONE E RESO SEMPRE GRATUITI

Giovanni Manzone

Piemonte

Un’antica storia di vino nata nel cuore delle Langhe e in costante evoluzione.
Un sinuoso intrecciarsi di colline, tra pendii che accolgono distese colorate di vigne d’antico pregio e imponenti fortezze medioevali che ricalcano un passato glorioso. Nel punto nevralgico delle Langhe sorge Monforte d’Alba, cittadina collinare che domina la grande pianura cuneese, dove il Barolo è il re dei vini e il tartufo bianco d'Alba il principe della tavola.

Chi è Giovanni Manzone?
Era il 1925 quando Giovanni Manzone decise di acquistare dei terreni a Monforte, in provincia di Cuneo, dove sorgeva il podere "Ciabot del Preve” (la casa del prete). In questo luogo magico inizia a produrre vino solo sfuso sfruttando la sua esperienza di cantiniere. Il 1965 è l’anno della svolta: Giovanni Manzone e il nipote Stefano iniziano a imbottigliare i primi vini, ma soprattutto acquistano importanti vigne sulla storica e pregiata collina di Gramolere, un valore aggiunto che aiuta la cantina ad accrescere la sua fama. Dal 2005 alla tradizione e all’esperienza di Giovanni si è aggiunta la passione e la voglia di far bene del figlio, Mauro Manzone, diplomato nella prestigiosa Scuola Enologica di Alba.

“Spesso in quel periodo, quando manifestavo la volontà di fare il viti-vinicoltore una volta laureato, mi sono sentito dare del matto!”.

Come lavorano?
La buona altitudine (400-450 m), l'estrema pendenza delle vigne e il fantastico terroir favoriscono una bassa produzione naturale di uva da cui nascono vini accessibili anche da giovani, ma che restano tra i più concentrati e longevi della zona del Barolo. La produzione annuale infatti si aggira attorno alle 50.000 bottiglie, piccola ma dal prestigio notevole: un numero limitato che consente di curare ogni minimo dettaglio nella produzione del vino. In azienda vengono seguiti i principi di una viticoltura sana, naturale e non invasiva. Non si impiegano nella lavorazione insetticidi o fertilizzanti e l'erba, che cresce naturale nelle vigne, viene tagliata e lasciata a terra per formare humus. Costante progresso e voglia di rinnovarsi sono i concetti alla base del lavoro dei Manzone che hanno come chiaro obiettivo quello di produrre vini che rispecchino il pregio del territorio in cui prendono vita.


Bricat 2012

Colore rosso rubino, con tonalità granata, profumo caratterizzato da note di confettura di lampone e frutti di bosco, con richiami di tabacco e liquirizia; gusto elegante, corposo e intenso, caldo ed equilibrato.


Gramolere 2012

Rosso granato. Naso fine di spezie e radici, frutti di bosco, amarena, foglie secche, quadro perfettamente riuscito e corrisposto al sorso dalla trama tannica aggraziata e dalla grande persistenza.


Dolcetto d'Alba Le Ciliegie 2015

Un colore rosso rubino intenso con venature viola, nei profumi si riconosce la viola e la mora, al gusto è fresco con note di frutti rossi di sottobosco.


Rossese 2014

Giallo dorato intenso e sfumature giallo paglierino, molto trasparente. Al naso intenso, pulito, gradevole e raffinato, apre con note di melone, agrumi...






Azienda Agricola Manzone Giovanni
Via Castelletto 9, Monforte d'Alba
44.60329, 7.9773830
Piemonte
>