Benvenuto in Winestorming

SPEDIZIONE E RESO SEMPRE GRATUITI

Nolurè

Campania

Il rispetto per le regole della natura dà vita a un vino che testimonia l’identità di un popolo e di un passato in una terra fertile e ricca e al contempo difficile e aspra: l'Irpinia.
La regione custodisce innumerevoli tesori tra i più affascinanti d’Italia come roccaforti, castelli, anfiteatri e acropoli: siamo in Campania. L’Irpinia è un territorio in cui monti boscosi, le colline verdeggianti e i fiumi dai corsi tranquilli fanno da cornice a siti archeologici, borghi e abbazie millenarie per uno scenario naturalistico e paesaggistico di avvincente bellezza. Al centro dell’area sorge Taurasi, paese dedito alla produzione del vino fin dall’epoca pre-romana. Sono famose, infatti, le cantine sotterranee strutturate con volte a botte ribassate e presenti in quasi tutti gli edifici del centro storico. Oggi il vino che si produce è la summa di una terra dall’animo forte e tenace, argillosa e ricca di minerali che regala a chi la rispetta vitigni-gioiello di rara bellezza, che conquistano in un turbinio di profumi difficili da dimenticare. 

Chi sono Luigi e Lucia?
La cantina Nolurè nasce dall’incontro tra Luigi e Lucia. Un grande amore e una grande passione per la natura a cui si unisce la volontà imprenditoriale della cultura delle origini, il rispetto della terra e il legame indissolubile che lega i due giovani alla Campania. Luigi segue tutta la produzione, studiando e affinando costantemente metodi e tecniche, concentrando gli sforzi su due vini: un Aglianico Irpinia Campi Turasini e un Greco di Tufo, ottenuti dalla coltivazione di due ettari di vigneto.

“Non si può migliorare in cantina ciò che la natura ha fatto… ma solo peggiorare”.

Come lavorano Luigi e Lucia?
I vini sono prodotti seguendo le più rigide regole dettate dalla tradizione e dalla natura. Per preservare il terreno e il sottosuolo non vengono utilizzati concimi chimici e la vinificazione avviene con metodi tradizionali, riducendo l’aggiunta di sostanze chimiche e valorizzando così il prodotto ottenuto in vigna. In cantina i processi meccanici sono ridotti al minimo per evitare di alterare l’uva e la fermentazione avviene a temperatura controllata. Il vino, infine, segue un periodo di invecchiamento in botti di rovere che conferisce corpo e spessore a un prodotto che è già di qualità elevata. Nolurè produce un vino che sprigiona tutti i sentori della terra irpina.


Venticinquedodici

Classico colore tendente al dorato, mineralità al naso con fiori e erbe mediterranee a contorno. Sorso grasso, morbido, ancora sensazioni marine.



Rubino intenso, naso mediterraneo e balsamico di grande intensità. Sorso di mineralità quasi sanguigna, frutto scuro e succoso, tannino ben equilibrato.  




Nolurè
Taurasi AV
41.012473, 14.961007
Campania