Benvenuto in Winestorming

SPEDIZIONE E RESO SEMPRE GRATUITI

Radoar

Trentino Alto Adige

Un vino che rende immortale la natura e il paesaggio delle Dolomiti. Una cantina dalle etichette nobili e dal sapore tipicamente altoatesino che racchiude tutto il buono della terra.
In Val d’Isarco le Alpi Breonie si uniscono alle Dolomiti in un continuo alternarsi di vigneti e ghiacciai: siamo in Alto Adige. Qui si può visitare l’unico castello barocco dell’Alto Adige, il Wolfsturn a Mareta, addentare mele fresche e croccanti appena raccolte e passeggiare nell’incantevole cittadina di Vipiteno i cui edifici risalgono fino al XV secolo. Ma si può fare anche molto altro. Percorrendo i circa 60 km del Sentiero delle Castagne che si snoda da Bolzano a Bressanone, ci si imbatte nel maso Radoar, qui Edith e Norbert Blasbichler allevano bestiame, fanno frutticultura e producono vini.

Chi è Norbert?
La cantina Radoar ha una tradizione antica. Norbert inizia a lavorare nel vigneto nel 1999, ma lo fa proseguendo il lavoro del suo bisnonno: questo significa accudire vigne che hanno più di quarant’anni e che crescono fino a un’altitudine di 900 metri. Il nome Radoar, in lingua retoromanza, ovvero che mescola romancio, ladino e friulano, identifica il cerchio della vita. Ciò si traduce in rispetto per l’ambiente e armoniosa convivenza con la natura ed è lo stile di vita che Norbert declina nei suoi gesti quotidiani e trasmette alle persone che di frequente visitano il suo maso per gustarne i prodotti.

“Bisogna partire dal terreno. Se il terreno è buono, è buona anche l’uva. Se lavori bene sul terreno, non ci saranno malattie. Io credo che la vigna abbia bisogno di relax, non di stress”.

Come lavora Norbert?
Il terreno compatto e l'elevata irradiazione solare rendono possibile la viticoltura ad altitudine elevata. Norbert segue una lavorazione biodinamica che permette all'uva di raggiungere una maturità ottimale. L’accurato lavoro agricolo e una semina diligente, in armonia con le fasi lunari, regalano un'uva speciale. In cantina si usano fermenti naturali e i vini vengono lasciati riposare per nove mesi in botti di rovere e acciaio prima di essere imbottigliati in estate. È così che il terreno e il clima si ritrovano nei vini.


Müller Thurgau

Un Müller Thurgau di alta quota fine e croccante. Brilla nel bicchiere facendo presagire la sua grande freschezza.


Apfelsaft

Delizioso succo di mele Golden Delicious biologiche e di montagna senza aggiunta di zuccheri.  


Zwetsche

Delicato e aromatico distillato di prugne 


Radoy-Kerner

Sembra parlarci di Mosella con la sua mineralità, la sua carica aromatica, la freschezza e il residuo zuccherino. 






Radoar
Trentino Alto Adige
>